AVIGLIANA (To). Santuario Madonna dei Laghi, Deposizione dalla Croce.

La grande tela propone il momento della deposizione del corpo di Cristo dalla croce (inizi del XVII sec.). Ai piedi della grande croce lignea, alla quale sono state appoggiate due scale a pioli per facilitare il pesante compito della rimozione, si trova il corpo già avvolto nel lenzuolo che, secondo la tradizione cristiana, catturerà l’immagine negativa del corpo di Gesù. In primissimo piano vi è un teschio, simbolo di luogo di morte, e i chiodi della passione utilizzati per crocifiggere il corpo alla croce. In secondo piano sullo sfondo è possibile vedere un uomo nell’atto di preparare il sepolcro che dovrà ospitare il corpo avvolto nel lino.
La modalità con la quale il corpo viene avvolto nel sudario lascia intendere una conoscenza della Sindone torinese da parte del pittore, il telo infatti viene rivoltato dal capo verso i piedi e non viceversa.
Si può ipotizzare che la tela in questione sia stata donata dal duca Carlo Emanuele I che aveva un occhio di riguardo nei confronti del santuario di Avigliana, al quale donò anche un grande polittico ligneo.
Inoltre sotto il suo ducato si tennero svariate ostensioni sindoniche, a riprova del fatto che tale importantissima reliquia venisse utilizzata dalla famiglia Savoia per testimoniare la loro legittimità divina a governare.

Bibliografia essenziale:
Aa.Vv., La sindone di qua dai monti – documenti e testimonianze, Torino 1978

Fonte: www.vallesusa-tesori.it

Tipologia: Quadro

Tipo Edificio: Chiesa